Oggi vi porto alla scoperta di Porto Rotondo, nota località balneare nel nord-est della Sardegna. Questo borgo ricco di fascino, nato sul finire degli anni ’60, raccoglie fascinose residenze sul mare tra il Golfo di Marinella e il Golfo di Cugnana a 15 minuti da Olbia.

Furono i conti Luigi e Nicolò Donà Delle Rose a voler costruire da zero un nuovo villaggio turistico con una sua piazza, una chiesa e un teatro. Un luogo dove unire l’amore per il mare e l’arte alla ricerca di un luogo di incontro e socialità. Porto Rotondo ha tutto ciò e inoltre si ispira molto a Venezia, alla città di origine dei due ideatori. Piccoli canali, piazzette e dialetti rendono questa località una meta ideale per una passeggiata o un’aperitivo.

Sebbene rappresenti una località balneare frequentata da vip e modaioli Porto Rotondo non fa parte della Costa Smeralda. Ciò nonostante ha da offrire belle spiagge, un bel paesaggio costiero e una movimentata vita notturna.

teatro Mario cerioli
Il Teatro Mario Cerioli di Porto Rotondo

Perché si chiama Porto Rotondo?

Il porto turistico su cui si affaccia il borgo balneare è realmente circolare a forma di anello da cavallo! La caratteristica di questo porto è proprio quella di essere stata realizzata in un’insenatura naturale già sfruttata in antichità; a questa si aggiungono le colonne di epoca romana che oltre a dare il benvenuto alle imbarcazioni in ingresso, testimoniano l’antica frequentazione del luogo. Sul porto si affaccia il rinomato Yatch Club in struttura lignea.

E’ comune usanza fare una passeggiata lungomare al tramonto magari gustando un gelato camminando.

La piazzetta di San Marco

La piccola piazza di San Marco è il fulcro di Porto Rotondo. Realizzata in granito su disegno di Andrea Cascella collega la chiesa di San Lorenzo con il porto. Da non perdere l’aperitivo in uno dei café.

Le opere di Via del Molo

Le strade di Porto Rotondo colpiscono il visitatore per le meravigliose opere di Emmanuel Chapalain sul selciato di Via del Molo, che conduce al Porto, e Via Belli. Le opere sono state concluse nel 2016. Queste opere raffigurano pesci e rappresentano il ciclo della vita, sono realizzate dall’unione di sanpietrini e frammenti di altre pietre tipiche sarde. Curiosità: di notte gli occhi dei pesci si illuminano!

L’artista ha collaborato con sue opere anche per l’allestimento del MUMART a Golfo Aranci, il particolarissimo museo sommerso.

La Chiesa di San Lorenzo

Progettata anche questa da Andrea Cascella questa chiesa è un piccolo scrigno d’arte. Nascosta tra piante di ginepri questa chiesa è un piccolo museo. Al suo interno la volta a forma di nave rovesciata è stata decorata dalle sculture lignee di Andrea Cerioli. Tali opere che non possono che suscitare stupore in chi entra nella chiesa rappresentano l’ultima cena e il giudizio universale.

Nella facciata spiace il rosone in vetro di Murano ricorda il legame con il capoluogo veneto mentre il sagrato ospita la raffigurazione dei profili degli ultimi sei Papi e Madre Teresa. Il campanile è interamente in legno.

Il teatro

Anche il Teatro di Porto Rotondo è opera di Mario Cerioli risale al 1995 ed è oggi intitolato al suo ideatore.  Si tratta di un teatro moderno granito realizzato dagli architetti Gianfranco Fini e Marina Sotgiu con un forte richiamo all’architettura dei teatri antichi.

Una curiosità è legata al Teatro di Porto Rotondo. E’ qui che fu girato “La Signora della camelie”, uno dei sette episodi del film Un’estate al mare di Carlo Vanzina del 2008. Questo episodio è uno dei più famosi e divertenti sketch dell’amato Gigi Proietti.

La torre punica a Punta Nuraghe

Si chiama Punta Nuraghe ma la costruzione che ospita è in realtà una torre di avvistamento di epoca punica (fine IV-metà III secolo a.C.). In passato si riteneva fosse una torre nuragica ma gli studi ne hanno permesso una datazione successiva e una maggiore comprensione. Questa torre cilindrica non è un nuraghe, venne costruita con grossi blocchi di granito e riempita con pietre e terra.

Gli eventuali avvistamenti di pericoli provenienti dal mare venivano segnalati mediante l’accensione di un fuoco sulla cima della torre che veniva trasmesso con un’altra torre alla città di Olbia.

torre punica

La torre rappresenta quindi l’unico monumento antico di Porto Rotondo essendo questo borgo stato costruiti solo nella seconda metà del secolo scorso.

La torre è liberamente accessibile a pochi minuti dal centro di Porto Rotondo. È ideale per una passeggiata all’aria aperta e dalla sommità si ammira la costa da Porto Rotondo fino al porto di Portisco.

Il Mercatino settimanale

Durante l’estate ogni mercoledì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 il mercato di Porto Rotondo offre vestiti, cappelli e altri accessori di moda ma anche complementi d’arredo. Il mercatino si svolge in via Belli e largo Cascella a pochi passi dalla Piazzetta. 

mercato porto rotondo

Maggiori informazioni sul Mercatino di Portorotondo.

Spiagge di Porto Rotondo

Spiaggia Ira è senza dubbio la spiaggia più nota di Porto Rotondo. La spiaggia è un’incantevole arenile di sabbia bianca e acqua turchese che prende il nome dall’attrice Ira von Furstenberg. Si raggiunge la spiaggia arrivando a Porto Rotondo e poi svoltando a sinistra verso Punta Nuraghe e dopo circa un km a destra nel parcheggio.

Spiaggia dei Sassi

La piccola penisola di Punta della Volpe offre piccoli arenili molto apprezzati da chi passa le vacanze a Porto Rotondo. La spiaggia dei Sassi è fornita di servizi. Non lontana ma piuttosto tranquilla la spiaggia di Shirley Bassey, spiaggia Hruska, spiaggia di Punta Volpe e spiaggia Alghe.

Spiaggi di Marinella

La lunghissima spiaggia di Marinella si trova a pochi km da Porto Rotondo. Risulta essere una delle più lunghe del Nord Sardegna e anche delle più spaziose. L’acqua ha un bel colore smeraldo e per diversi metri si mantiene bassa. La spiaggia offre diversi servizi con bar e ristoranti spaziosi che offrono musica in serata. È consigliata per chi ama il windsurf e il SUP o fare una gita in pedalò.

Si trova parcheggio nella strada sterrata di accesso piuttosto in stato di abbandono ma gratuito.

marinella

Nelle vicinanze da non perdere il caratteristico borgo di Punta Marana con la sua piccola chiesa di Nostra Signora Regina della Pace in stile mediterraneo con la facciata bianca.

Vita notturna a Porto Rotondo

Non può mancare una notte a Porto Rotondo. Dai beach bar che offrono musica dal tardo pomeriggio fino a notte la cittadina offre diverse opportunità di svago. Il centro di Porto Rotondo è ricco di bar per aperitivi. I più noti sono il Paguro, Tartarughino e Boccondivino.

Per la notte il Country Club è il locale per ballare più noto della zona. Non mancano ristoranti dove mangiare piatti di pesce anche se i prezzi sono piuttosto alti.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment