Sai che cos’è una Conca Fraicata? Non tutti sanno cosa sono ma la Gallura ne è piena. Nel nord est della Sardegna si trovano numerose cavità rocciose naturali nate nel tempo grazie all’erosione degli agenti atmosferici e chiuse da muri in granito.

Colpisce come in molte di queste costruzioni si conservino la caratteristiche architettoniche delle costruzioni degli stazzi in blocchetti orizzontali di granito su file, con architravi sulla porta di ingresso.

Proprio a causa della natura geologica di questi tafoni la conca fraicata si trova in Sardegna solo in Gallura.

conca fraicata
La conca fraicata sulla strada più a ovest.

Come veniva usata una Conca Fraicata? Serviva da piccolo rifugio per uomini e animali, piccolo ripostiglio ma anche abitazione e rifugio per banditi. In alcune di esse si conservano ancora i segni di una vita quotidiana (mensole, sedili, camini) e suppellettili. Alcune di esse furono frequentate fin da tempi preistorici e impiegate come sepolture.

Per la loro forma che somiglia a quella di un fungo vengono anche comunemente chiamate come le case dei puffi.

Le conche si trovano spesso in terreni privati e non sono facilmente accessibili. Alcune appartengono a tenute che oggi ospitano hotel e residenze per vacanze.

Qui di seguito esempi di conchi fraicati che si possono visitare in tutta la Gallura, da me scoperte durante gite personali o sul web.

Calangianus

Nel territorio di Calangianus se ne contano almeno 3. La più nota e accessibile è la conca francata che si trova sulla strada SS127 che collega il paese al centro di Telti. Uscendo da Calangianus la trovate circa 2 km dopo ben visibile sulla sinistra e facilmente accessibile.

conca fraicata
Conca Fraicata

Una seconda conca fraicata, che conserva ancora la porta di acceso si trova vicino al “Ponte dell’Allegria” sulla ferrovia che collega Tempio Pausania a Palau, in territorio di Luras ma vicino a Calangianus.

Tafone di Bulgura

Questa conca francata, nota anche come la Conca di l’Alligria o come il Tafone di Bulgura. Si caratterizza per avere ancora la porta in legno originale e all’interno il camino in granito. Due le finestrelle, di cui una murata forse perché troppo in alto, interrompono la muratura in blocchetti di granito.

Per raggiungere questa conca occorre muoversi dai binari in mezzo alla vegetazione, ogni anno sempre più fitta.

Ve ne avevo parlato anni fa per un particolare aneddoto. Vi fu infatti girato un film!

conca fraicata

Una terza conca la scoprii tempo fa non lontano, in località Merzari, sulla strada che collega Calangianus alla Località San Leonardo.

Di questa conca non ho trovato informazioni da nessuna parte. Risulta ad oggi in stato di abbandono e con parte dell’originale muratura/recinto ancora intatto.

Arzachena

Nel territorio di Arzachena si trovano diverse conchi. Una di queste fu molto probabile la grossa roccia che si trova all’interno del paese, la “Roccia del fungo” che un tempo era molto probabilmente chiusa da un muro.

Ce ne sono altre in altre zone del territorio di Arzachena, dove ci sono anche numerosi stazzi alcuni di questi ristrutturati come seconde case, case vacanze, tenute e hotel.

In località Monticanaglia, non lontano dalla Chiesa di San Salvatore, si trova questa particolare conca frraicata con tettoia.

Sempre nel territorio di Arzachena, all’interno della Tenuta Pilastru, Hotel e SPA, si trova una delle conchi fraicàti più belle della Gallura. Si tratta di un gruppo di rocce all’interno del quale sono state ricavate alcune stanze. Ben conservate, custodiscono ancora la costruzione a secco in blocchetti di granito che segue la forma curva della roccia.

Un’altra tenuta che nel territorio di Arzachena custodisce una conca fraicata è l’Agriturismo Lu Branu sulla Strada Statale 125 , Km 348 in località Cuncosu.

Questa conca è denominata “La Conca del Bandito” in quanto durante l’800 fu rifugio per il bandito Laicu Roglia come come testimoniato da libro “Cronache della vecchia Gallura”, dove – spiega lo stesso Agriturismo su Instagram “vi è la storia dell’incontro di un cacciatore con il bandito, alle prime luci dell’alba, proprio nel campo vicino alla Conca. Qui, al primo cantare delle pernici, il bandito informò il cacciatore che stava trascorrendo un periodo nella Conca e che non era sua intenzione essere di disturbo ad alcuno“.
La conca fu utilizzata anche dai carbonai e come casa di pastori ed è oggi raggiungibile tramite un sentiero chiamato “Percorso delle Piante della Macchia Mediterranea”, dove sono presenti tutte le piante tipiche locali.Decisamente affascinante l’architrave in ginepro.

Luogosanto

La tenuta dello Stazzo Gallicantu nel territorio di Luogosanto contiene una suggestiva “conca fraicata”. Recentemente ristrutturata risulta una delle più particolari. In questo caso i blocchetti di granito lasciano spazio a pietre dalle forme irregolari e i diverse dimensioni.

Monti Pulchiana Tempio Pausania

Alle pendici del più grande monolite della Sardegna si trova questa graziosa conca francata, forse la più nota della Gallura. E’ questa che viene chiamata casa dei Puffi, forse per essere più isolata da altri affioramenti rocciosi. Si nota facilmente dalla strada che porta al Monte Pulchiana ma s trova in terreno privato.

Li Conchi – Monti del Limbara, Tempio Pausania

Gli amanti delle escursioni trekking conoscono senza dubbio Li Conchi del Monte Limbara, questi grossi monoliti che al suo interno custodiscono grosse cavità chiuse da muretti. Li conchi erano adibite alla vita dei pastori e delle loro famiglie che si trasferivano sua durante i periodi di transumanza. Vi conserva anche un antico forno. Nelle vicinanze si trova una fonte e numerose vette rocciose caratterizzano un paesaggio unico.

Palau

Anche a Palau non mancano le cavità granitiche. La più nota è quella della Roccia dell’Orso che domina l’Arcipelago di La Maddalena.

Quella qui sotto è una affascinante Conca Fraicata che si trova in questo comune del nord Sardegna, in una piccola area verde chiamata Parco della Croce tra Via del Faro e Via Monte Valdiola, a pochi passi dal mare e la passeggiata di Palau vecchio.

La Conca Fraicata di Palau

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment