fbpx

Venerdì 31 agosto ad Arzachena si svolgerà Aspettando Isole che Parlano, l’anteprima del Festival Internazionale organizzato dall’Associazione Sarditudine e diretto dai fratelli Paolo e Nanni Angeli, la cui ventiduesima edizione aprirà ufficialmente i battenti il prossimo lunedì 3 settembre a Palau (OT).

Isole che Parlano è un festival internazionale di musica e arti visive, che accosta la cultura contemporanea e i movimenti d’avanguardia alle culture autoctone sarde.

Filo conduttore anche per l’anteprima sarà la relazione tra arte e contesto ambientale alla quale Isole che Parlano riesce a dare vita ogni anno, coniugando in modo armonioso natura, archeologia e arte. L’appuntamento è parte dell’Arzachena Summer festival 2018, un’iniziativa a cura del delegato alla Cultura, sport e spettacolo del comune, Valentina Geromino.

Il primo appuntamento della giornata sarà, infatti, alle 18.30 alla Tomba dei Giganti “Coddu Vecchju” dove – dopo un’introduzione al sito a cura dell’archeologa Silvia Ricci – Matteo Pastorino reinterpreterà in solo, con i suoi clarinetti e in interazione con i suoni della natura, il suo ultimo lavoro discografico Suite For Modigliani, un vero e proprio omaggio ad Amedeo Modigliani che mette in musica le impressioni e l’emozioni che l’arte e la vita dell’artista gli hanno regalato negli anni. Matteo Pastorino – nato in Sardegna nel 1989 e laureato al Conservatorio regionale di Parigi nel 2012 – ha all’attivo diversi riconoscimenti e collaborazioni a livello internazionale e in occasione del concerto a Isole che Parlano presenterà delle arie del disco unite all’improvvisazione, servendosi delle peculiarità acustiche del clarinetto ma anche utilizzando, a tratti, un trattamento elettronico del suono.

anteprima arzachena

A seguire, alle 19.30, primo appuntamento con i Momenti DiVini del Festival, un’occasione per degustare e scoprire i vini di alcuni piccoli produttori locali.

In serata, alle 21.30, sarà, invece, la Chiesa di Santa Lucia a ospitare il concerto del trio francese Baa Box capitanato da Leila Martial, tra le vocalist jazz più interessanti del panorama europeo, che unisce la forma canzone, la musica improvvisata e il rock sperimentale. Insieme ai musicisti Eric Perez – batteria e human bass – e Pierre Tereygeol – chitarre – Martial propone una musica “multi-direzionale” fondata sul groove che attinge la sua freschezza nell’improvvisazione, la sua frenesia nell’energia del punk, dando vita ad una proposta musicale originalissima che si muove tra un uso raffinato e minimale dell’elettronica e la sperimentazione vocale, senza mai perdere di vista la ricerca della melodia.

Isole che parlano 2013-Gli Spargiani: Paolo Angeli Hamid Drake

Dopo questo primo appuntamento di Anteprima, Isole che Parlano prenderà il via a Palau lunedì 3 settembre con Isole che parlano ai bambini, piccolo/grande festival per l’infanzia e l’adolescenza a cura di Alessandra Angeli.

Il Festival proseguirà fino al 9 settembre 2018.

Tutte le info su www.isolecheparlano.it.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment