fbpx

Sono più di 1000 i luoghi aperti in 430 città italiane in occasione della 27a edizione delle Giornate FAI di Primavera. Sabato 23 e domenica 24 marzo sarà possibile andare alla scoperta dei piccoli e grandi gioielli di cui è disseminato il nostro Paese. Un’occasione per riscoprire il ricco patrimonio culturale e naturalistico del nostro paese.

In Sardegna sono 6 i luoghi della cultura del Fondo per l’Ambiente Italiano sparsi su tutta l’isola:

  • Saline Conti Vecchi, Assemini
  • Cantiere della Passeggiata Coperta – Bastione Saint Remy, Cagliari
  • L’Ex-Artiglieria tra passato e futuro, Nuoro
  • Museo a cielo aperto “Maria Lai”, Ulassai
  • Batteria Militare Talmone, Palau
  • Istituto delle Figlie di Maria di Sassari

Di seguito una breve descrizione e gli orari di visita

Saline Conti Vecchi, Assemini

Grazie alla lungimirante impresa dell’Ing. Luigi Conti-Vecchi Dal 1929 nella laguna di Santa Gilla i salinieri portano avanti un’attività antica che unisce attività dell’uomo e rispetto per la natura. Si tratta della salina più longeva della Sardegna, tuttora in attività, che grazie ad un progetto innovativo FAI e Syndial, società di Eni, torna agli anni Trenta del Novecento raccontandosi attraverso allestimenti d’epoca, documenti storici e video proiezioni immersive.

ORARIO
Sabato: 10:00 – 19:00
Domenica: 10:00 – 19:00
Prenotazione altamente consigliata
Telefono: 070247032
Mail: faisaline@fondoambiente.it
Contributo suggerito a partire da: € 5,00

Cantiere della Passeggiata Coperta – Bastione Saint Remy, Cagliari

La passeggiata coperta e la maestosa terrazza Umberto I vennero costruite su progetto di Giuseppe Costa e Fulgenzio Setti, partendo dall’idea dell’architetto Gaetano Cima tra il 1896 e il 1902 sulle antiche strutture fortificate della città medievale. Il bastione di Saint Remy nasce dal riutilizzo degli antichi bastioni dello Sperone e della Zecca, costruiti dagli spagnoli nella seconda metà del Cinquecento.

ORARIO
Sabato: 10:00 – 16:00
Domenica: 10:00 – 16:00
Contributo suggerito a partire da: € 3,00

L’Ex-Artiglieria tra passato e futuro, Nuoro

Storico complesso costruito tra fine anni ’20 e primi anni ’30, è oggi uno spazio multifunzionale e “snodo verde con le periferie”. L’area comprende un parco ricco di conifere ed eucaliptus e numerosi edifici, tra strutture abitative, uffici, officine e magazzini.

ORARIO
Domenica: 09:30 – 13:00 / 15:00 – 18:00
Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Museo a cielo aperto “Maria Lai”, Ulassai

Museo a cielo aperto di Ulassai è l’esempio di arte pubblica e sociale avviata da Maria Lai nel suo paese natale con l’opera d’arte relazionale “Legarsi alla montagna”. Il paese ospita oggi diverse opere integrate con le bellezze ambientali: il “Lavatoio”(1982–1989), realizzata insieme a Luigi Veronesi, Guido Strazza e l’ultima opera di Costantino Nivola. Numerose quelle di Maria Lai, come “Le capre cucite”,“La strada del rito”,“La Scarpata”,“Il gioco del volo dell’oca”,“La lavagna”,“Il muro del groviglio”,“La casa delle inquietudini”, i “Libretti murati”, “Pastorello mattiniero con capretta”,“Fiabe intrecciate. Monumento a Gramsci” e molte altre. Quest’anno si festeggiano i 100 anni dalla nascita dell’artista.

ORARIO
Sabato: 10:30 – 13:30 / 15:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:00)
Note: gli orari potranno subire variazioni per motivi climatici o logistici
Domenica: 10:30 – 13:30 / 15:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:00)
Contributo suggerito a partire da: € 5,00

Batteria Militare Talmone, Palau

Percorrendo un sentiero in mezzo alla natura incontaminata e selvaggia, verso Punta San Diego, si raggiunge la Batteria Militare Talmone, un’importante costruzione militare del territorio di Palau, oggetto di un recente restauro.

ORARIO
Sabato: 11:00 – 16:00 (ultimo ingresso 15:30)
Domenica: 11:00 – 16:00 (ultimo ingresso 15:30)
Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Istituto delle Figlie di Maria di Sassari

L’Istituto nacque nel 1832 con lo scopo di aiutare le fanciulle orfane educandole e preparandole al lavoro. L’edificio originario subì un primo ampliamento nei primi anni del Novecento su progetto dell’ingegnere D. Cordella e dell’architetto A. Marogna, occupando così l’intero isolato tra via Rolando e via Muroni. La costruzione fu realizzata secondo lo stile tardo ottocentesco tipico dell’epoca, comune anche agli altri edifici storici della zona, come la Facoltà di Farmacia e il Liceo Classico “Azuni”. Nel 1935, ad opera dell’ing. G. Flores, venne ulteriormente ampliato in stile razionalista, occupando parte del giardino confinante con la chiesa di S. Agostino.

ORARIO
Sabato: 10:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:30)
Domenica: 09:30 – 17:00 (ultimo ingresso 17:30)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato. Contributo suggerito a partire da: € 3,00.


L’elenco di tutte le aperture è disponibile sul sito www.giornatefai.it

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment