Ecco un post per segnalarvi i piatti di street food sardo da mangiare nell’isola. In realtà in Sardegna non abbiamo una vera e propria tradizione di cibo da strada come in altre regioni d’Italia. Complice di questo probabilmente la poca vita di città a favore della vita in campagna e nei paesi dove si sono portate avanti tradizioni culinari legate alla vita agropastorale di un tempo e alla cucina di casa.

Negli ultimi anni, però, stiamo assistendo ad una vera e propria rivoluzione nel settore del cibo da strada in Sardegna. Grazie alla diffusione di piccoli food truck e a nuove tendenze nella ristorazione stiamo valorizzando le nostre tradizioni culinarie e sono sempre più diffusi piatti da street food in giro per la Sardegna. Lo sardinian street food così come vien definito, è un mercato di successo per giovani imprenditori, dove la passione per la tradizione si unisce alla voglia di innovare, valorizzare le produzioni locali ed esprimere la propria creatività. Pensate che negli ultimi 5 anni questo settore è cresciuto di più del 50 % (fonte: Confartigianato Sardegna).

Sardova, S0Abe e la Pecora Nera, Olbia 2017

L’idea di uno street food sardo piace sempre di più. Riscuote successo nelle piazze e durante gli eventi ma piace anche fuori dalla Sardegna dove vengono aperti locali che propongono un ampio menù di  cibo da strada isolano.

Lo street food rappresenta oggi non solo una tendenza ma un’alternativa economica alla scoperta dei sapori tradizionali della Sardegna. Anche a me ogni tanto piace scoprire qualche piatto tipico rivisitato in modalità da passeggio. Fortunatamente ci sono anche diversi eventi durante il quale lo street food viene valorizzato: feste della birra, festival dello street food, eventi e show a tema.

Ecco i piatti più comunemente proposti come street food in giro per la Sardegna.

Sas Tappas in Mamoaida, 2014

Panino con la salsiccia (salticcia o purpuzza)

E’ forse il più banale ma anche il più comune tra le feste paesane di tutta la Sardegna.  La carne cotta alla griglia con quel gusto tipicamente pepato i si usa di solito per farcire panini con un pane morbido. E’ buonissimo semplice ma si possono aggiungere salse, cipolla e verdure a seconda dei gusti.

Spianate sarde

Anche la spianata sarda (comunemente chiamata anche fresa) è diffusa come street food, servita farcita con con carne di maiale o vitello o verdure grigliate. Simile al pane arabo ma più consistente, una volta arrotolato risulta una sorta di wrap dal gusto sardo. Vi svelo un segreto: la spianata sarda è ottima con la Nutella! Anche il pane lentu, ovvero il pane carasau molle che non ha subito la seconda cottura, viene oggi rivisitato ed impiegato per realizzare delle spianate farcite.

Il pane guttiau ovvero pane carasau con olio e rosmarino potrebbe essere considerato cibo da strada mentre è più facile trovare in Barbagia il pane frattau con uova e passata di pomodoro anche se non ho trovato chi realmente lo propone on the road.

Panini con polpo

A Olbia è molto apprezzato il panino con il polpo. Solitamente condito con olio, aglio e prezzemolo si gusta durante la festa di San Simplicio o altre feste popolari o nei bar sulla spiaggia.

Panadas

Si tratta di un piccolo tortino di carne cotto al forno ed è considerato lo street food sardo per eccellenza proprio per le sue dimensioni da passeggio. Ottimi come cena, ancora meglio come merenda o aperitivo. Ne esistono per tutti i gusti: con carne di maiale, anguilla vitello, polo peperoni e gamberetti e zucchine! Vi ricordate il mio racconto del Pastificio Sa Panada di Oschiri?

panada gourmet

Panada gourmet con verdure, Olbia settembre 2017

Carne arrosto e in umido: maialetto, arrosticini, fettine, pecora in cappotto

La carne arrosto per eccellenza in Sardegna è senz’altro quella del maialetto: da piatto delle feste e degli eventi importanti anche il porcetto è diventato un piatto diffuso nelle strade. Durante feste e sagre in Sardegna si trovano anche gli arrosticini di pecora, simili a quelli abruzzesi, agnello, vitello e cinghiale arrosto. In Barbagia si usa anche preparare panini con fettina o lingua di vitello. Io ho provato entrambi il primo a Oliena e il secondo a Nuoro. Semplici, sani e buoni. A Luogosanto, in Gallura, ho provato anche il panino con fettina di cavallo, tradizionale per lo più della zona del Sassarese.

In diversi paesi si trova, in particolare durante le feste, anche la trippa in umido con pomodoro e la pecora in umido.

porcetto arrosto

Porcetto arrosto, Nuoro 2017

Casu arrustu (caju arrustu, Formaggio arrosto)

Nelle feste di paese troverete spesso anche il formaggio arrosto: una fetta di formaggio semistagionato (peretta o casizolu) arrosto su una piastra e servito su spianata o pane carasau.

casu arrustu

Casu arrustu

Mazza Frissa

Meno diffusa e meno conosciuta la mazza fissa è un tipico antipasto sardo della Gallura realizzato con panna liquida e semola: si ottiene una crema gustosa, ottima se abbinata con il miele.

mazza frissa

Mazza Frissa, Sardovan

Fainé

I genovesi ci hanno lasciato tante cose nella loro permanenza in Sardegna. Tra queste anche diversi piatti come la fainé ovvero la farinata di ceci. La trovate facilmente a Alghero, Sassari, Calasetta, Carloforte e Cagliari.

 

Come piatti da passeggio sono proposti anche  li chiusoni galluresi, ovvero gnocchi con sugo di pomodoro o di carne e i culurgionis ogliastrini, una sorta di ravioli chiusi con una particolare “cucitura” a mano e ripieni di patate e menta, serviti con sugo di pomodoro. Esistono alcune varianti di culurgiones di pasce.

 

STREET FOOD DOLCE

Non manca in Sardegna una parte dolce dello street food principalmente fritti golosi da gustare appena cotti. Ecco alcuni esempi.

Seada (o sebada, o sevada o siàti)

La seed è uno dei dolci che più si presta come cibo da strada. Questo raviolo ripieno di formaggio viene fritto in olio bollente e servito con miele caldo è uno dei dolci più apprezzati dell’isola. Recentemente ad Alghero hanno pure inventato la sebada da passeggio: grazie ad un cartoncino è possibile mangiare per strada il tipico dolce sardo.

seada

Frisjoli longhi o zeppole

Le frittelle lunghe sono uno dei peccati di gola a cui cedere più facilmente in Sardegna. Si tratta di frittelle lunghe e solitamente realizzate a spirale. Solitamente preparate per il carnevale vengono preparate anche per feste e sagre estive. Mangiatele calde, appena fatte con lo zucchero sopra.

Fatti frissi (frati fritti o ciambelle)

Le ciambelle sarde sono un’altro dolce fritto molto amato. Io le preferisco alle frisjoli per il loro sapore che sa meno di fritto e per l’aroma di limone. Vi consiglio di mangiare anche queste appena fatte.

 

I FOOD TRUCK SARDI 

Dove è possibile mangiare lo street food sardo? Oltre ad alcuni locali di recente apertura è possibile gustare piatti della tradizioni in versione street grazie a diversi food truck che in questi anni danno la possibilità di conoscere e apprezzare diverse tipologie di street food sardo.

sebada on the road

Sebada on the road, Autunno in Barbagia Nuoro 2017

Sardovan

Dall’idea di due giovani olbiesi: un food truck che propone piatti della tradizione gallurese e sarda rivisitati in versione street food:  chiusoni, culurgiones al pomodoro o con crema allo zafferano, spianata Sardegna con maiale arrosto oppure con polpette, mazza frissa, mirtamisù e tanto altro! Leggi la storia di Sardovan sul mio blog.

S’Abe Sardinia Street Food

Una piccola ape carrozzella ospita uno dei food truck più originali di Olbia: tra le specialità offerte le panadas di Oschiri, ravioli di carne, hamburger, panini con polpo all’olbiese, seadas e tanto altro.

kebab sardo

Kebab sardo, Mirtò 2017

Beerbeghe Street Food Sardinia

Una simpatica roulette dalla Barbagia propone panini o piatti con carne alla griglia abbinati a birre artigianali. Io ho provato il kebab sardo: carne di vitello al sangue cotta su uno spiedo verticale, una delizia! Pagina Facebook.

Sebada on the road : per le strade della Sardegna e non solo offre la possibilità di gustare la sebada a passeggio (Pagina Facebook)

Sa Madrighe che propone delle croccanti gustose crepes alla semola dolci e salata servite su un cono da passeggio. Vi ricordate di quando ve ne avevo parlato durante la mia visita a Norbello? Info sulla pagina Facebook.

Ape Pizza

La tradizionale pizza rotonda con impasto genuino e correttamente a disposizione on the road durante diversi eventi pubblici in Sardegna.

Kebbonu street food by chef Tony Porseo

Tra i piatti di questo ristorante: il CusCus di Mare, il tonno alla Calasettana e le trofie alla Tabarchina (Pagina Facebook)

Siamo Fritti: anche questo 4 ruote offre fritto di pesce in giro per la Sardegna. Info sulla Pagina Facebook.

Risto Lucitta 

Lucitta è il nome di un ristorante di Tortolì che ha deciso di “scendere in strada” e portare in giro i prodotti tipici ogliastrini con l’obiettivo di avvicinare tutti ad una cucina di qualità: panini, fritti, il pesce di Arbatax e tanto altro. Info su www.ristolucitta.com

Devil’s Kitchen – Cuochi Itineranti: carne alla griglia con diverse ricette (Pagina Facebook)

Sa Peltusitta Food & Juice: street food sardo asiatico e cibo vegani, frullati di frutta fresca (Pagina Facebook)

S’Apentu propone diverse tipologie di panini (Pagina Facebook)

Amore di Patata offre patate fritte dal sapore genuino. Pagina Facebook.

Anche Squisito Tramezzineria (Pagina Facebook) offre street food on the road durante alcuni eventi: tramezzini freschi, mega cheesburger con carni fresche e pregiate, focacce, e tanto altro.

Su Primu, Su Segundu e Su Frittu sono invece tre piccoli food truck che ripongono rispettivamente, primi, secondi e fritti tipici sardi.

Les cocktails

Il vecchio furgoncino Citroen nero rimesso in vita da due giovani bartender sassaresi vi da il benvenuto in un ambiente dall’aspetto vintage che offre cocktails di tutti i gusti in diversi eventi e feste. Pagina Facebook.

La Pecora Nera: la versione da strada di una delle più apprezzate gelaterie artigianali di Olbia. Pagina Facebook.

 

Conosci altri food truck sardi? Scrivimi a info@unsardoingiro.it e segnalameli!

 

siamo fritti

Siamo Fritti, Autunno in Barbagia Nuoro 2017

EVENTI DI STREET FOOD IN SARDEGNA

Ci sono sempre più eventi dedicati allo street food della Sardegna, ne segnalo alcuni. Tenete conto che ci sono eventi saltuari organizzati qua e là, oltre a sagre, manifestazioni, concerti e altre rassegne musicali durante i quali vengono invitati diversi food truck. Il cibo da strada più autentico si può trovare presso locali storici e di tendenza nelle città più grandi oltre che nelle diverse sagre paesane.

A dicembre a Sassari si svolge Eat &Buffas Food Truck Festival ed ad agosto a Platamona Eat & Buffas Sardinia Food Parade: un evento dedicato al cibo di strada di tutto la Sardegna con buon cibo, vino e birra.

A settembre a Torrentegrande (OR) si svolge un evento dedicato al cibo di strada: il Sardinia Food Truck Festival organizzato dalla Confraternita dello Street Food.

A Olbia a Luglio 2017 si è svolto per la prima volta il Festival dello Street Food, evento itinerante in tutta Italia, durante il quale Piazza Elena di Gallura ha ospitato diversi street chef che hanno proposte diversi piatti internazionali oltre che nazionali

La Festa del Gusto è un evento itinerante che in diverse città dell’isola porta sapori da tutto il mondo: street food dalla Sardegna e fuori Italia.

Autunno in Barbagia: sullo street food barbaricino andrebbe aperta una parentesi approfondita perché proprio nel cuore della Sardegna sono nate diverse ricette di cibo da strada e nuove attività ad esso collegate. Durante l’evento, nei diversi paesi partecipanti, è possibile gustare diversi piatti della tradizione, loro preparazioni e rivisitazioni: carne alla griglia, fritti, dolci, buon vino locale e birre artigianali. In particolare a Mamoiada Sas Tappas è proprio dedicato ai piatti tipici della Barbagia.

Sempre in Barbagia, a Olollai, l’ultima domenica di settembre si svolge Barbagia in Piazza con la partecipazione di alcuni food truck sardi e altri stranieri.

 

Di seguito alcuni scatti e alcuni miei assaggi in giro per la Sardegna.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment