La Costa Smeralda dice tutto già dal suo nome. Nota come meta di vacanze di lusso e feste mondane tra vip, attori e personaggi dello spettacolo, la costa nord-est della Sardegna è caratterizzata davvero da un mare color smeraldo.
La Costa Smeralda è compresa dal tratto di Costa che va da Porto Rotondo, dopo Golfo Aranci verso nord fino a Canniggione. Si tratta di circa 20 km di costa dove si trovano spiagge bellissime e località con ville, negozi, piazzette, come Portisco, Porto Rotondo, Porto Cervo, Baja Sardinia, Liscia di Vacca, Poltu Quatu.
Numerose spiagge sono caratterizzate da sabbia fine e bianca e da un mare trasparente dalle infinite sfumature, dal verde smeraldo al blu intenso. L’aspetto interessante è che ogni spiaggia è diversa dalle altre per forma, tipo di sabbia, profondità dell’acqua, esposizione ai venti e panorama, servizi. Questo consente di poter scegliere a seconda delle proprie esigenze la spiaggia più adatta o di sceglierne una diversa ogni giorno. Il vento, ad esempio, soffia forte in Sardegna e cambia spesso. Per questo motivo occorre uscir di casa sapendo dove andare, studiando per bene l’esposizione della spiaggia che varia in quanto la costa è molto frastagliata e spiagge rivolte ad est si possono trovare vicino a spiagge esposte a ovest!

 

costa smeralda

La Costa Smeralda, intesa come meta turistica fatta di località, strutture ricettive e servizi ha ormai una sessantina di anni ma ancora le spiagge offro quel carattere selvaggio che solo le spiagge della Sardegna sanno offrire.

Mi ricordo ancora quando da bambino il parcheggio era gratuito e trovare posto in spiaggia era più facile. Era possibile anche stare sotto un albero o in pineta, e godere dell’ombra per un bel riposino post pranzo. Purtroppo quest’ abitudine oggi si è un po’ persa. Da un parte è positivo il fatto che negli ultimi venti anni il turismo in Sardegna sia incrementato notevolmente, dall’altra ho un po’ la nostalgia di quelle spiagge vissute da così poche persone…
Questo lato “wild” delle spiagge della Costa Smeralda permane ancora oggi anche se spesso si confonde con la poca attenzione all’organizzazione degli spazi, alla creazione di parcheggi veri e propri e un’ po’ di incuria generalizzata che in una zona di vacanze di lusso certo non ti aspetteresti. C’è anche la poca attenzione da parte di molti bagnanti che fanno fatica a buttare una cartaccia o una bottiglia di plastica in un cestino…

Tutte le spiagge della Costa Smeralda sono dotate di un parcheggio a pagamento (solitamente 1,50-2,00 €) e raggiungibili in gran parte dopo brevi tratti a piedi. La maggior parte ha dei bar sulla spiaggia dove potersi dissetare o prendere un caffè oltre a lettini e ombrelloni in affitto. Facilmente si trovano anche pedalò, tavole da Wind surf e altre attività sportive a noleggio.
A luglio ed agosto le spiagge della Costa sono molto affollate: consiglio di avvicinarvi nel primo mattino.

Spiaggia del Principe
E’ la più nota della Costa Smeralda e deve il suo nome al Principe Aga Khan, fondatore della Costa, che se ne innamorò perdutamente. E’ proprio dall’ammirazione per queste spiagge che nacque l’idea di costruire i primi Hotel e che nacque la Costa Smeralda.
La spiaggia è piuttosto piccolina, si tratta di una caletta ma ne vale davvero la pena per il colore smeraldo delle sue acque. Consiglio: scegliete una giornata di cielo sereno e senza vento per potervi godere al meglio il paesaggio.

Come arrivare alla Spiaggia del Principe
Dalla strada SP94 da Olbia prendere la SP 160 per Cala di Volpe e proseguire vero Romazzino svoltando a sinistra. Sulla strada (via Romazzino) seguire l’indicazione per Spiaggia di Romazzino. Poco dopo sulla sinistra troverete il parcheggio. La spiaggia si trova a circa 10 minuti a piedi dal parcheggio.
N.B: da alcuni anni la strada è stata modificata rispetto al passato. Mentre prima si accedeva alla spiaggia dal versante nord ora si accede dal versante sud, in vicinanza del nuovo parcheggio.

Capriccioli

In verità si tratta di quattro piccole spiagge una vicina all’altra. Una piccola penisola dove potrete scegliere l’angolo che più vi piace anche in funzione della direzione del vento.
Immancabile una foto tra gli scogli granitici e gli arbusti.


Come arrivare a Capriccioli
Percorrendo la SP 94 da Olbia svoltare sulla SP160 in direzione Cala di Volpe. Proseguire sulla stessa strada fino alla fine in direzione Capriccoli. Il parcheggio si trova sulla sinistra, su una rotonda sulla quale si schiude la strada e troverete facilmente l’accesso alle spiagge.
Consiglio di muovervi tra le diverse stradine tra le siepi per visitare le diverse spiaggette.

Romazzino
Quando ero piccolo era una delle spiagge che frequentavamo di più con la famiglia.
L’acqua ha un bellissimo colore azzurro anche se è un po’ più profonda rispetto alle altre spiagge della zona. La sabbia è piuttosto grossolana. C’è la spiaggia libera anche se in parte occupata dagli ombrelloni dell’Hotel omonimo che si affaccia proprio qui di fronte.

Come raggiungere la spiaggia di Romazzino

Se seguite le indicazioni per la Spiaggia del Principe (vedi sopra) è sufficiente proseguire fino alla terza traversa sulla destra, Via degli Asofdeli dove si trova il parcheggio. Anche in questo caso occorrerà fare un breve tratto a piedi per raggiungere la spiaggia. Fino ad alcuni anni fa era concesso avvicinarsi alla spiaggia per scaricare borse, sedie e ombrelloni e tornare indietro per parcheggiare.

Liscia Ruja

Liscia Ruja risulta la spiaggia più lunga della Costa Smeralda e per questo motivo  anche la più ricca in servizi tra noleggio lettini e ombrelloni, bar, giochi e attività sportive.
Oltre alla spiaggia principale, quella più grande, vi si trova adiacente una piaggia un po’ più piccola e altre calette e scogliere.
Come dice il nome la sabbia ha un colore rossastro che dona un particolare tono caldo a questa spiaggia generando un contrasto particolare con le acque smeralde.


Come raggiungere la spiaggia di Liscia Ruja

Si arriva facilmente da Olbia proseguendo sulla strada SP 94. Una volta giunti al bivio con la SP 160 verso Cala di Volpe girate a destra e dopo una decina di metri troverete l’indicazione sulla destra che indica la spiaggia. Dovrete percorrere una strada sterrata per qualche chilometro. I parcheggi si trovano sulla destra, opportunamente segnalati da cartelli, in vicinanza dell’accesso alle spiagge.

Spiaggia Rena Bianca

Come dice il nome la spiaggia si caratterizza per una sabbia fine e bianca. L’acqua è bassa per diversi metri e trasparente. Devo dire che è una delle mie spiagge preferite. Parcheggio a pagamento a circa 100 metri dalla spiaggia. E’ possibile arrivare fino alla spiaggia per lo scarico di borse e ombrelloni ma non per la sosta.

rena bianca

Come arrivare alla spiaggia di Rena Bianca
Proveniendo da Olbia, sulla strada SP94 superata la località Portisco, dopo pochi minuti, sulla destra si trova facilmente l’indicazione per la spiaggia.
La strada è affascinante da un punto di vista panoramico offrendo diversi punti di osservazione sul mare.

NB: non confondere Rena Bianca con Rena Bianca a Santa Teresa di Gallura e la Spiaggia Bianca a Golfo Aranci

 

Spiaggia del Piccolo Pevero

In realtà sono due: il Grande e il Piccolo Pevero. Io sono sempre andato al Grande Pevero pensando che fosse la spiaggia più piccola…. Le spiagge sono caratterizzate da un’acqua celeste trasparente tendente allo smeraldo con una sabbia fine bianca. Il livello dell’acqua rimane basso fino ad altezza vita per più di una decina di metri dal bagnasciuga.
Una volta arrivati al parcheggio è necessario percorrere la strada di accesso ad alcune ville per poter raggiungere la spiaggia.

Come arrivare alla Spiaggia del Piccolo Pevero 

Rispetto alle altre spiagge si trova nell’omonima località dove si affacciano ville e hotel di lusso. Per raggiungere il parcheggio percorrete la SP59 da Abbiadori in direzione Porto Cervo. Svoltando a destra in direzione Pevero, in Via della conchiglia, seguire le opportune indicazioni per la spiaggia e il parcheggio. La spiaggia si trova a qualche minuto a piedi dal parcheggio ma ne vale la pena per lo spettacolo che vi troverete di fronte!

 

Per saperne di più

Scopri tutte spiagge del nord Sardegna nella mappa con i link ai post delle spiagge del Nord Sardegna di Un sardo in giro!

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo paesaggio, la sua storia e le sue tradizioni. Oltre alle diverse esperienze da vivere, in tutte le stagioni.

Leave a Comment