Sono state riattivate lo scorso 31 marzo 2018 le rotte Volotea per la stagione estiva 2018 alla volta di Napoli, Torino e Verona. Ad aprile la compagnia conferma le ripartenze per Bordeaux, Nantes e Strasburgo (rispettivamente dal 6, 13 e 20 aprile). Per raggiungere Milano Bergamo bisognerà attendere il prossimo 26 maggio, data del volo inaugurale della nuova rotta. Questo si va ad aggiungere all’offerta da Olbia verso Venezia, Palermo, Bari e Genova.

Volotea comunica di aver raggiunto ottimi risultati presso l’aeroporto olbiense, concludendo positivamente il 2017, trasportando oltre 152.000 passeggeri, con un incremento dell’85% rispetto al 2016, e registrando un load factor dell’85%. Per il 2018, la compagnia scenderà in pista operando più di 1.600 voli pari ad un’offerta di oltre 223.100 biglietti.

Si tratta di un’opportunità mediante la quale i cittadini sardi potranno raggiungere più facilmente la penisola italiana, in particolare Napoli, Torino e Verona, oltre che per le città stranire quali Bordeaux, Nantes e Strasburgo.
Quest’anno i viaggi da e per Olbia sono stati anticipati proprio per facilitare il movimento di turisti anche nella stagione primaverile.

Per l’estate 2018 il bouquet di destinazioni raggiungibili direttamente da Olbia è ancora più ricco. Con Volotea, infatti, è possibile decollare da Olbia verso 8 mete italiane – Bari, Genova, Napoli, Palermo, Torino, Venezia, Verona e Milano Bergamo (novità estate 2018) – e 3 in Francia – Bordeaux, Nantes e Strasburgo.
Tutte le rotte da e per Olbia sono disponibili sul sito www.volotea.com, nelle agenzie di viaggio o chiamando il call center Volotea all’895 895 44 04.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola, il suo panorama, la sua storia e le sue tradizioni. In tutte le stagioni.

Leave a Comment