Il 28 e 29 Luglio 2017 a Calangianus, in Gallura, si svolgerà la XVI edizione della Sagra del Bovino Gallurese.
L’evento è organizzato dall’Associazione “Amichi di La Graiglia” che in gallurese significa proprio amici della griglia. La Sagra, infatti, è nata come una cena tra amici per sostenere gli allevamenti galluresi di bovino. Da quel momento la sagra è cresciuta diventano ogni anno sempre più grande e coinvolgente. Tra i tanti eventi estivi che negli ultimi venti anni si sono moltiplicati la Sagra del Bovino è stato uno dei primi in Gallura a portare i turisti dalla costa verso l’interno.

La Sagra del Bovino è oggi uno degli eventi più importanti di Calangianus e di tutta la Gallura, occasione offerta ai turisti in vacanza per scoprire la tradizione dell’allevamento bovino in Gallura, ancora poca conosciuta, nonché la cultura e le tradizioni del paese e dell’interno della Sardegna. Dovete sapere che la Gallura può vantare una tradizione importante nell’allevamento dei bovini caratterizzata anche dal fatto di aver adottato razze bovine provenienti da altre regioni del mediterraneo, in particolare la charolaise e la limousine delle zone francesi.

L’evento coinvolge tanti cittadini e si può dire che ormai non è Calangianus senza Sagra del Bovino!

 

Sagra Bovino 2017

 

Alla lunga tavolata durante la quale viene servita la carne unita a vini locale, si uniscono altri eventi. Alla Sagra partecipano infatti gruppi folk locali ma anche maschere e gruppi provenienti da altri paesi della Sardegna. Un’occasione per far conoscere qualcosa in più dalla Sardegna quando i turisti dalla costa raggiungono l’interno.
Se quindi volete gustare dell’ottima carne locale non mancate alla Sagra del bovino!

Pur essendo originario di Calangianus, dovete sapere che non sono mai stato alla Sagra del Bovino, per cui anche per me sarà la prima volta, sono molto curioso!

Se volete avere un’idea di cosa sia la Sagra del Bovino guardate questo video fatto da un fotografo professionista del mio paese.

 

 

Alla giornata principale di sabato 29 luglio si svolgerà una serata di inaugurazione venerdì 18 con la partecipazione della banda del paese e la spiedatura di quattro bovini!

PROGRAMMA DELLA 16ª EDIZIONE

Venerdì 28 Luglio

ORE 19.30 Apertura ufficiale della 16ª Sagra del Bovino Gallurese con l’esposizione dei capi bovini in Piazza Marconi
ORE 21.30 Concerto della banda musicale “Michele Columbano” di Calangianus presso l’Auditorium dell’Ex Convent
ORE 22.30 Spiedatura di quattro bovini eseguita dai Maestri di Samassi in Viale Roma

Sabato 29 Luglio (Giornata dell’ingresso alle grandi tavolate)

ORE 10.30 Visite guidate ai monumenti e ai siti archeologici del Paese, al Museo del Sughero e al Museo Diocesano di Arte Sacra
ORE 18.30 Sfilata dei Gruppi Folk con partenza da Via Vittorio Emanuele e arrivo in Piazza del Popolo:
“URTHOS E BUTTUDOS” di Fonni
“BOES E MERDULES” di Ottana
“S’URTZU E SA MAMULADA” di Seui
“LA MASCARA GADDURESA” di Calangianus (foto in alto)
“LU RIZZATU” di Calangianus (foto in basso)
ORE 19.00 Ingresso alle grandi tavolate in Viale Roma

ORE 22.00 Ballo con la fisarmonica di Gavino Maricca in Piazza del Popolo
ORE 22.30 In Piazza S.Giusta, per la prima volta a Calangianus, l’Associazione culturale Coro Femminile Urisé di Orosei

A seguire… notte bianca: Negozi e stand con esposizioni di prodotti artigianali ed enogastronomici coordinato dall’Associazione Contiamoci di Calangianus.

N.B. l’organizzazione non si assume nessuna responsabilità per danni a persone o cose.

Ulteriori informazioni sul sito www.sagradelbovinogallurese.it

 

Cosa vedere a Calangianus

  • luogo significativo per la storia di Calangianus è senza dubbio il Museo del Sughero che nell’antico convento cappuccino settecentesco, permette di conoscere la tradizione del sughero,le diverse fasi di lavorazione attraverso l’esposizione di diversi strumenti e macchinari;
  • vi consiglio di visitare il centro storico con antiche abitazioni in granito, e la Chiesa Parrocchiale di Santa Giusta con dipinti murali del ‘700. Qui vicino, nella vecchia Chiesa del Rosario si trova il Museo di Arte sacra oggetti di arredo sacro e dipinti sacri.
  • la Tomba dei Giganti di Pascareddha è una tipica sepoltura funeraria di età nuragica si trova a pochi chilometri dal paese.
  • Se amate la natura vi consiglio anche una passeggiata nei dintorni del paese, in particolare lungo la strada dell’ex-ferrovia Tempio – Monti, completamente immersa nel verde delle sugherete galluresi e dotata di attrezzatura sportiva per esercizi di ginnastica e molto frequentata per corsa e gite in mountain bike. La strada si affaccia sui Monti del Limbara ed è raggiungibile dalla strada per Telti.

 

Come arrivare a Calangianus
Provenendo dalla costa est e Olbia percorrere la SP 38 passando per Priatu oppure la SS127 passando per Telti; quest’ultima strada è più stretta ma meno frequentata e molto bella paesaggisticamente. Per chi proviene dal nord dell’isola, da Santa Teresa Gallura, è possibile arrivare percorrendo la strada SS 133.

 

(Foto di copertina: Sagra del Bovino, sito web)

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

2 Comments

  • Allora … letto tutto ! Devi sapere che non sono da Calangianus ma di Lione in Francia. E sara per noi sabato sera, la 10eme volta che si viene a la sagra del bovino ! E non si mancherebbe per nulla altra cosa !! Sia per la sfilata, l’imbienza che la cena ! Al mio nivello … un consiglio : porti con te un coltello ‘se possibile di Patada !!) ! quello di plastica che gli amici della garaiglia danno non sfanno comodo !
    E un altro consiglio … mangiare legero sabato giorno !
    Buona serata
    Patrick
    Cala Girgolu da piu di 30 anni ! ( 2 mese l’anno …)

Leave a Comment