Nel paese di Luras, in Gallura, da alcuni anni si svolge la manifestazione Domos Abbeltas, un evento che richiama sempre più turisti e curiosi per scoprire questo piccolo ma ricco paese della Gallura. Ricco di cultura, tradizioni, artigianato e sapori.

Luras è un paese con un centro storico ben conservato e molto curato, al centro di un bellissimo panorama della Gallura davanti ai Monti del Limbara e vicino a Lago del Liscia. I suoi cittadini posseggono un loro senso di unità, forte orgoglio per la propria storia e senso di appartenenza.

Vi ho parlato più volte dei diversi luoghi da visitare a Luras. Si tratta di un paese piccolino ma che mantiene una sua identità precisa, forse di più rispetto ad altri paesi della Gallura. Da alcuni anni il Museo Galluras conserva le testimonianze della vita di un tempo e stanno per essere aperti altri antichi palazzi del centro storico.

Da vedere a Luras:

  • Il Museo Galluras: dedicato alla cultura agropostorale della Gallura, alla vita di un tempo e reso celebre dal martelo de sa femina Agabbadòra, della quale potrete conoscere la sua misteriora storia
  • La Collezione Forteleoni: un’interessante collezione di manufatti interamente realizzati in sughero
  • Palazzo Tamponi – Perantoni e Palazzo Giudice Depperu, due antichi palazzi del centro storico, decorati con bellissimi pavimenti e dipinti murali attualmente in fase di musealizzazione
  • Gli antichi Dolmen, le sepolture nuragiche realizzate con grossi massi granitici
  • Gli Olivastri millenari e la gita sul  Liscia con il battello che ho fatto di recente: un’esperienza differente di scoprire il paesaggio gallurese

 

Oltre a questi luoghi che documentano la storia di Luras dal passato ai periodi più recenti, durante il fine settimana del 17 e 18 giugno 2017 potrete scoprire il centro storico del paese, gli artigiani e i prodotti del territorio e tanti piatti tipici.

 

 

Antiche abitazioni, cantine e cortili saranno eccezionalmente aperti per l’occasione in tutto il centro del paese. Ciascuna “domo” sarà dedicata  ad un diverso piatto tipico, un prodotto o un’attività artigianale. Un’occasione per mostrare i prodotti dell’artigianato e assaporare i prodotti del territorio e i piatti della tradizione.

In totale ci sono più di 60 “domos”: dalla domo de su cazu arrustu (formaggio arrosto) a quella del mirto,  de sa panada, de sa birretta lurisinca, de su pescadore, de sa ceramica artistiga,  de sa pittura, de sa seada…., salumi, formaggi, dolci e tante altri prodotti artiginali e cose buone!

Non preoccupatevi, se vorrete visitarle tutte… all’ingresso del paese verrà distribuita una mappa che ora potete trovare sul sito: domosabbeltas.it

Le domos saranno aperte sabato 17 dalle 10:00 alle 24:00 e domenica 18 dalle 9:30 alle 24:00.

 

L’evento è arricchito con la partecipazione gruppi folkloristici della Gallura e di maschere tradizionali provenienti per l’occasione da altre zone della Sardegna.

 

Le domos in programma per il 2017 sono:

1) Sa domo de sas jogos antigas – Giochi tipici del passato
2) Sa domo de su caffè de mendula – Caffè di mandorle, pane dolce con ciccioli di maiale, liquore di vov
3) Sa domo de su piscadore – Anguille e mostra di attrezzi tradizionali per la pesca
4) Sa domo de su cugummeddhu – Funghi sott’olio, pasta ai funghi, carne con i funghi
5) Sa domo de s’alte de s’ozzastru – Taglieri in olivastro e ginepro
6) Sa domo de su salamaiu – Panini con carne di maiale tritata e condita (paninos a pulpuzzos), nebbiolo della casa
7) Sa domo de sa frisjola e de s’amaretto – Frittelle lunghe, frati fritti, ravioli fritti, amaretti, biscotti e dolci fritti
8) Sa domo de su ricamu a intagliu – Manufatti con ricamo a intaglio
9) Sa domo de sa panedda – Formaggi vari, acqua, vino e liquori vari
10) Sa domo de su sutt’ozzu e belduras frissas – Verdure sott’olio e fritte
11) Sa domo de sa fantasia – Cucito, ricamo, uncinetto
12) Sa domo de sa seada – Seadas, dolci tradizionali e prodotti artigianali
13) Sa domo de sas inventos – Bigiotteria e artigianato sardo
14) Sa domo de su ‘inzatteri – Vino nebbiolo, vermentino (vigneto Careddu), saba
15) Sa domo de sa maglitta – Magliette personalizzate con stampa istantanea
16) Sa domo de sa panada e sa fregula – Panadas, fregula (succu), seadas, gnocchetti fatti a mano, vino
17) Sa domo de sa birretta lurisinca – Birre artigianali di vario tipo accompagnate da calzoni fritti e oggetti di artigianato locale
18) Sa domo de sa cozzula cun su pulpuzzu e de su casu furriadu – Focaccia con carne di maiale macinata e condita, panna e formaggio fresco, liquore “Rossana”
19) Sa domo de su fundheddhu antigu – Tegami di terracotta e lavori all’uncinetto
20) Sa domo de su cattò e de sa saba – Cattò, saba e dolci di saba
21) Sa domo de sa ceramica artistiga – Ceramica artistica, oggetti vari e complementi d’arredo
22) Sa domo de su bululzone – Ravioli
23) Sa domo de su coccoi – Lumache con sugo di pomodoro e gratinate, nebiolo di Luras, pane e acqua
24) Sa domo de sas ideas de Ester – Gioielli e monili in sughero
25) Sa domo de sa lametta lurisinca – Coltelli tipici
26) Sa domo de su linnu intagliadu – Taglieri, cucchiai, vassoi, piatti ed oggetti vari in legno
27) Sa domo de su cazzadore – Panini con carne macinata e condita di cinghiale, cinghiale in agrodolce, liquori, sott’oli
28) Sa domo de sas fotografias – Fotografie
29) Sa domo de sa panada – Panadas
30) Sa domo de sas ciusones e de sa matta frissa – Gnocchi fatti in casa con sugo di cinghiale, matta frissa con miele
31) Sa domo de sa barbagia in Gaddura – Marmellate, sott’oli, liquori, agnello, maialetto, zucchine e melenzane grigliate, vino e prodotti artigianali
32) Sa domo de sa robba antiga – Accessori, abbigliamento vintage
33) Sa domo de su pane, casu e binu – Spianata, formaggi freschi e stagionati, vino e birra
34) Sa domo de su pomo – Patate fritte, al forno, focaccia di patate, pietanze varie a base di patate, crespelle dolci e salate
35) Sa domo de su casu arrustu – Formaggio arrosto, patatine fritte, pane carasau, vino e birra
36) Sa domo de sa pittura – Oggettistica in vetro, ceramica e tessuti dipinti a mano
37) Sa domo de sas vestires antigas – Bigiotteria varia, foto, abiti, biancheria, teleria e oggetti vari
38) Sa domo de s’alte e sas colores de Mattia – Quadri e gioielli da riciclo
39) Sa domo de sas zippulas – Zeppole e dolci fritti
40) Sa domo de s’isparau – Asparagi, lasagne, frittelle vino e caffè
41) Sa domo de sas creaziones – Lavorazione libri, bigiotteria in carta, cucito creativo, oggettistica d’arte in legno
42) Sa domo de su cosinzu creativu – Cucito creativo e biancheria varia
43) Sa domo de sas chentinas lurisincas – Degustazione dei vini delle cantine di Luras
44) Sa domo de su ‘inu – Vino vermentino, nebiolo e carigaddhola (vigneto Zuncheddu)
45) Sa domo de su casu e de sa saltizza – Formaggi, insaccati, pane carasau e guttiau
46) Sa domo de sa craiglia – Carne di maiale alla griglia, vino e birra
47) Sa domo de minnanna – Gnocchetti con salsiccia e cinghiale, nebbiolo di Luras e fundheddhos luri
48) Sa domo de su pane e de sa porchetta – Porchetta, pane casereccio, vino
49) Sa domo de s’ozzu listincu – Olii essenziali, olio di lentischio, profumi d’ambiente e saponi artigianali
50) Collezione Forteleoni – Museo
51) Sa domo de sa suppa e de sa milinzana a suppa – Zuppa tradizionale lurese, parmigiana di melanzane, dolci tipici, vino e acqua
52) Sa domo de sa bruttea – Sott’oli, miele, artigianato legno e sughero, giochi in legno per bambini
53) Sa domo de su polcravu – Cinghiale in umido e formaggio arrosto
54) Sa domo de sa multa – Liquore di mirto, dolci tipici (casadinas, tulta de saba), vino
55) Sa domo de sa suppa e de s’elveghe – Zuppa, pecora in cappotto, formaggio e vino
56) Sa domo de s’olzu – Birre artigianali in degustazione e salumi locali
57) Sa domo de su mele – Miele
58) Sa domo de su polcheddu e de su polchinadu arrustu – Porcetto arrosto e carne di maiale arrosto
59) Sa domo de su ‘inu e de sa cozzula – Vino nebbiolo e vermentino (vigneto Laccu), focaccia cotta nel tegame di terracotta e farcita con prodotti locali
60) Sa domo de su tzilleri – Birre artigianali, vino e birra alla spina
61) Sa domo de s’abe – Panadas, seadas, ravioli fritti e carni locali
62) Sa domo de sas fantasias de Celeste – Oggetti in legno, sughero, pelle e perle, bigiotteria
63) Sa domo de sa solidariedade – Pane dolce con ciccioli di maiale, treccine con miele
64) Sa domo de sa suppa lurisinca – Zuppa di Luras, zuppa di finocchietto selvatico e carne in umido, vino, lavori artigianali e ricamo

L’evento è ad ingresso gratuito e i prezzi dei piatti sono molto accessibili per cui vi consiglio di fare un tour da una domo all’altra e assaggiare un po’ tutto!

 

 

Ecco cosa prevede il programma dell’edizione 2017:

Venerdì 16 giugno:

  • ore 19:00 Domo Tour, le domos che visitano le domos

Sabato 17 giugno

  • ore 10:00 Apertura delle Domos
  • ore 11:00 Inaugurazione, taglio del nastro con le autorità
  • ore 15:30 Dimostrazione degli artigiani
  • ore 17:00 Spettacolo itinerante gruppi folk Luogosanto, Bortigiadas, Valledoria, Arzachena, Trinità d’Agultu Vignola, Funky Jazz Band di Berchidda
  • ore 20:00 Secondo memorial “G.M. Tamponeddu” – Festival delle fisarmoniche

Domenica 18 giugno

  • ore 09:30 Apertura delle Domos
    ore 11:00 Processione Corpus Domini accompagnata dalla banda musicale di Tempio Pausania
    ore 15:30 Dimostrazione degli artigiani
    ore 17:00 Spettacolo itinerante gruppi folk Luras, S.Antonio, Calangianus, Telti e S.Teresa
    ore 17:30 Esibizione delle maschere “Urtos e Buttudos di Fonni” e “Sos Tintinnatos di Siniscola”
    ore 20:00 Concerto di Roberto Diana

 

 

Domos Abbeltas è uno degli eventi che permettono ai turisti in Sardegna di scoprire l’interno dell’isola e la sua cultura. Non mancate a questo appuntamento. Si prospetta una quinta edizione ricchissima!

 

Come arrivare a Luras

Provenendo da Olbia prendere la SS127 passando da Telti e Calangianus oppure la SS127 e poi la SP38 passando per Priatu (circa 40 minuti in macchina).

Da Santa Teresa Gallura prendere la SS133 (circa un’ora in macchina) e poi la SP10 (attenzione che la strada è un po’ vecchiotta; circa un’oretta in macchina).

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment