Alessandra Polo è forse la social media manager più famosa in tutta la Sardegna, merito principale di essere una dei pionieri nell’uso e nella diffusione degli strumenti social tra le aziende sarde nonché tra i fondatori della community degli Instagramers (Igers) Italia e delle diverse community sarde (Igers Sardegna, Igers Cagliari, Igers Oristano, Igers Sassari, Iger Nuoro).
La seguo da diversi anni (e vi consiglio di farlo anche voi se volete scoprire tanti bellissimi luoghi della Sardegna!) e ho avuto modo di incontrarla, anche se velocemente, due anni fa durante la Fiera TTG di Rimini.

alessandra polo

Appassionato come sono di valorizzazione della Sardegna, del territorio e delle tradizioni, e dell’uso dei social media a questo scopo, ci tenevo tanto che Alessandra si raccontasse sul blog nella rubrica “Storie di Sardi“.

Chi è e che cosa fa? L’ho chiesto direttamente a lei.

tramonto

 

Alessandra, racconta un po’ da cosa nasce la tua passione e in che cosa consiste il tuo lavoro?
Nasce tutto nel 2008 quando capii che potevo utilizzare Facebook per promuovere alcuni corsi che organizzavo all’epoca. Iniziai quindi a “sporcarmi le mani”, feci tanti, tantissimi errori e pian piano compresi come funzionava questa piattaforma e, soprattutto, che non si trattava di una moda del momento. Avevo bisogno di continuare ad imparare perciò organizzai uno dei primi Executive Master in Italia su Social Media Marketing, SEO, Web Analitycs e Web Writing e coinvolsi alcuni dei “migliori”. Nel frattempo leggevo libri e seguivo i blogger che parlavano dell’argomento. Ma niente è più utile dello “smanettarci” tutti i giorni. Anche perché i social sono in continuo aggiornamento.

Ad un certo punto ho iniziato a focalizzarmi sul turismo e sulla promozione della Sardegna. Questo è ciò che mi piace! Poter contribuire a far conoscere una terra meravigliosa che va scoperta tutto l’anno. Il mio lavoro consiste nell’aiutare aziende, organizzazioni e individui ad usare i social network, a capire quali presidiare e come farlo.

 

Perché Instagram ha un successo in continua crescita?
Le motivazioni sono tante. Dall’immediatezza del racconto data da una foto alla possibilità di scoprire posti meravigliosi vicini o lontani ma anche al far conoscere i luoghi a te più cari. Questo per quanto riguarda il turismo chiaramente.

Come pensi che i sardi stiano recependo l’uso dei social per la promozione turistica e del territorio? Che cosa ti aspetti dalla Sardegna in questo senso?
Se parliamo delle aziende posso dirti che pian piano la percezione delle potenzialità di questi strumenti cresce. Non può che esser così. E’ anche vero che a parte alcune realtà, tanti ancora faticano. Soprattutto le strutture gestite dalla “vecchia” generazione, meno avvezza a questo “nuovo” modo di comunicare e fare promozione. Però non posso che essere fiduciosa.

 

E gli Igers sardi?
Gli igers sardi sono orgogliosi di contribuire al racconto di questa terra che ha tanto da offrire. Tutto l’anno! E lo dimostra il fatto che oggi il tag #sardegna ha superato i 4 milioni di foto/video. Ebbene sì, la Sardegna è la regione italiana con il maggior numero di contenuti pubblicati.
Ci sono tante bellissime immagini che mostrano l’Isola a tutto tondo. Il nostro meraviglioso mare la fa da padrone, com’è normale che sia. Attraverso gli account delle community Igers noi cerchiamo di spingere anche altri contenuti legati alle tradizioni, agli eventi identitari e non solo, al cibo tipico, all’artigianato, all’archeologia. Oltre alla rubrica #sardegnaintavola e a quella sul #creatoadartesardegna che vuole far conoscere le realtà artigianali presenti sull’Isola, da quest’anno stiamo spingendo molto anche quelle sulle #leggendedisardegna e su #archeologiadisardegna.
E poi, importantissimi, ci sono gli appuntamenti sul territorio. Ottime occasioni per conoscersi dal vivo e andare insieme alla scoperta di realtà magari meno note che poi, insieme, raccontiamo, su Instagram e gli altri social network.

 

Com’è per te vivere e lavorare in Sardegna? Sei contenta?
Dopo aver vissuto e lavorato a Roma posso dire che sì, sono contenta di vivere in Sardegna. Con i suo pregi e difetti quest’Isola è comunque un Paradiso. Ma aver fatto un’esperienza di studio e di lavoro oltremare è servita senz’altro.

 

Grazie Alessandra per esserti raccontata sul mio blog e grazie per quello che fai per la nostra isola!

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l’attività di blogger con “Un sardo a Parigi” e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell’Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment