Capriccioli è stata e rimarrà sempre un sogno. Si tratta di una delle spiagge più belle e più amate della Costa Smeralda. Volete sapere che cosa la rende così particolare?

Già al suo ingresso ci si accorge di essere arrivati ad un piccolo paradiso come tanti ce ne regala la Sardegna. Guardate che spiaggia, piccola, intima, allo stesso tempo un po’ selvaggia e dai colori intensi.

Si tratta di una piccola penisola su cui si affacciano quattro piccole spiagge caratterizzate da acqua limpida color smeraldo, scogli granitici e macchia mediterranea che le rendono uniche. Piccoli ambienti dal fascino esotico che forse non ci si aspetta di trovare in Sardegna.

È questo tipo di spiagge che rende davvero unica la Costa Smeralda, prima della vita mondana e delle cronache rosa di ferragosto.

 

Questa cale presentano diversi piccoli angoli molto affascinanti, nascosti tra gli scogli, dove potersi godere momenti di tranquillità. Il paesaggio intorno è tutto uno spettacolo da godere con gli occhi. Le spiagge sono unite tra loro oltre da alcuni sentieri in mezzo agli alberi è ed è bello quindi potersi muovere lungo gli scogli o in mezzo al verde per scoprirle una dopo l’altra.

 

Quando ero piccolo andare a Capriccioli era molto più semplice. Era più facile trovare parcheggio e ritagliarsi un proprio spazio per mettere l’ombrellone in spiaggia. Erano gli anni in cui la Sardegna era vissuta solo da pochi, poi il turismo è incrementato – fortunatamente! – ma recarsi durante l’estate in queste spiagge ha iniziato ad essere sempre un po’ difficile: molta gente, parcheggi costosi, si rischia di perdere la tranquillità di una giornata passata al mare e la bellezza di un luogo del genere.

Per questo motivo passare un’ora in spiaggia, a metà marzo, godendomi le acque trasparenti di Capriccioli con un bellissimo sole tiepido è stata davvero una bella soddisfazione …


Le spiagge di Capriccioli sono ora dotate di un bar a pochi metri dalla spiaggia, lì dove fino ad una ventina di anni fa c’era un parcheggio.  Purtroppo alcuni anni fa è stato è stato fatto un intervento, con il taglio di alcuni alberi, proprio per facilitare l’affaccio del bar sulla spiaggia, e l’insorgere di una polemica in merito. Per fortuna la spiaggia mantiene sempre il suo carattere selvaggio ma per chi come me è legato a certi ricordi, come il mangiare “in pineta” quando si era bambini, si sente un po’ la ferita verso un luogo così amato.

Poco più sopra, invece, il Bar Ristorante “Il Pirata” – che da il nome ad una delle spiagge. Questa spiaggia (foto in basso) è più grande delle altre ma ha anch’essa un suo fascino.

Gli alberi sono più distanti dalla riva e lasciano spazio a scogli monumentali e ad un piccolo porticciolo. Anche l’acqua si colora di tutte le sfumature del blu e del verde.

Come arrivare a Capriccioli

Per raggiungere le spiagge di Capriccioli bisogna arrivare alla località Abbiadori mediante la SP59 oppure percorrere la litoranea SP94.  Da quest’ultima strada il panorama sul mare è bellissimo e vi consiglio di fermarvi a fare qualche scatto, successivamente occorre prendere la strada SP 160 che porta all’Hotel Cala di Volpe, e proseguire sulla stessa strada. In fondo, sulla sinistra si trova il parcheggio alla spiaggia.

Le spiagge si trovano su versanti differenti e a seconda del vento vi consiglio di scegliere quella più riparata per la vostra giornata oppure di stare metà giornata in una spiaggia e metà giornata in un altra.

Valutate bene anche il costo del parcheggio e, importante, recatevi molto presto!

 

Altre spiagge da non perdere vicino a Capriccioli

Senza dubbio la Spiaggia del Principe: piccola, affollata e raggiungibile solo tramite un piccolo tratto a piedi dal parcheggio è in realtà una delle spiagge più belle della Costa Smeralda. Si tratta di una piccola caletta con sabbia bianca e fine che si distingue per il colore smeraldo dell’acqua dato dal livello dell’acqua che rimane basso per alcuni metri. In alta stagione consiglio di arrivarci presto.

Nelle vicinanza anche la Spiaggia Romazzino, decisamente più grande e con acqua più profonda, sabbia più grossa, e la Spiaggia de La Celvia con qualche scoglio in più in mezzo all’acqua.

Più distante la spiaggia di Liscia Ruja (all’incrocio tra la SP94 e la SP160, prendendo una strada sterrata), una spiaggia che come dice il nome ha una sabbia rossastra. Anche qui i colori dell’acqua non dispiacciono affatto! La spiaggia è molto lunga e presenta diverse attrazioni sportive e bar.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l’attività di blogger con “Un sardo a Parigi” e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell’Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment