Fare il lavoro che piace è forse una delle aspirazioni maggiori che tutti noi abbiamo. Arianna Leoni è una giovane artista sarda, originaria del piccolo paese di Luras, nel cuore della Gallura, che ha pensato di dedicarsi alla ceramica durante gli anni di università. La sua creatività è diventata nel tempo un vero e proprio lavoro ed è oggi un’artigiana sarda molto apprezzata che vive della sua arte, ovvero la creazione di lampade, orologi, piatti, complementi di arredo, tutti realizzati a mano a partire dall’argilla seguendo modelli originali e uno stile molto personale.

Anche l’argilla è uno dei materiali più lavorati in Sardegna ma anche in questo campo manca l’introduzione di nuovi stili e gusti. Arianna invece ha pensato di metterci del suo.
Arianna è il tipico esempio di chi crede in se stesso e nel suo lavoro raccogliendo nel tempo consensi e risultati. Le sue realizzazioni più famose sono quelle ispirate al mare e ai suoi abitanti, primo fra tutti il riccio al quale sono ispirate lampade e ciotole di diverse dimensioni e colori. Difficili da realizzare, per la loro complessità (tanti coni di argilla delle stesse dimensioni), le lampade a forma di riccio sono tra le più amate tra i clienti e i turisti in costa.

 

 

Ciao Arianna, da quando hai pensato di dedicarti completamente alla ceramica?
Ho iniziato a far ceramica all’età di 19 anni a livello hobbistico ma successivamente ho pensato potesse diventare la mia reale professione non appena son riuscita ad allargare il mercato per la tipologia del mio prodotto.

Come è nata l’idea dei ricci?
L’idea dei ricci è nata semplicemente perché ne ho mangiato parecchi fin da bambina e la forma mi ha sempre affascinata!

Sei contenta della scelta fatta e dei risultati raggiunti?
Assolutamente soddisfatta e sopratutto dei risultati finora ottenuti. Non è assolutamente semplice avere una propria attività in quanto si lavora tantissime ore al giorno e si pagano troppe tasse ma, fare del proprio hobby un reale mestiere è stato un gran traguardo per me

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi? Immagino che nel tuo lavoro occorra inventarsi ogni tanto qualcosa di nuovo.
I miei obiettivi son tanti…in primis avere un negozio in un punto strategico ed entrare in un canale di vendita ancora più mirato al mio settore di ceramiche di design. Nel mio campo ogni anno bisogna innovarsi cercando forme particolari e che vengano apprezzate dai clienti.

 

 

Hai mai pensato di vivere fuori dalla Sardegna? Sei contenta della tua vita sull’isola?
Più di una volta ho pensato di andare fuori dalla Sardegna, proprio per la questione del pagamento troppo elevato di tasse e perché siamo troppo isolati dal resto del mondo. Per poter raggiungere mercati esteri sta diventando un problema proprio per i costi troppo esosi dei trasporti. Per ora resisto sperando che prima o poi le cose cambino e che si attuino politiche che valorizzino i piccoli imprenditori artigiani come me.

Cosa consigli ad un giovane sardo che vuole iniziare una nuova attività artigianale?
Sicuramente consiglierei di creare qualcosa di nuovo ed innovativo. Di esser tenace e provare. Purtroppo la realtà italiana per quanto riguarda l’occupazione la conosciamo tutti e proprio per questo consiglierei comunque, di provare con prodotti innovativi facendo prima una buona indagine di mercato.

Per ulteriori informazioni sulle creazioni di Arianna visitate il sito. In fondo al post trovate una galleria di immagini dei suoi lavori. Potete visitare la bottega di Arianna, nel centro storico di Luras e scoprire di persona le sue creazioni.

 

 

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment