Sono stato a Rimini in occasione della Fiera TTG Incontri e del Travel Blogger Destination Italy (TBDI), un’esperienza che è stata molto significativa per rivedere alcuni amici blogger e per incontrare numerose aziende ed enti del settore turistico, un’occasione di incontro e di crescita che mi ha colpito veramente tanto perché ha dato ai blogger la possibilità di farsi conoscere e far pian piano diventare la propria passione un lavoro.

Sono tornato a Rimini, città nella quale mi capita di venire solo per eventi. Se devo dirla tutta a me Rimini ha sempre fatto schifo: per me Rimini è sempre stata solo una città di alberghi, calda e caotica d’estate, tristissima e vuota d’inverno o fuori stagione.
Ho dovuto ricredermi un po’ dopo quest’ultimo fine settimana in cui ho avuto modo di conoscere un po’ di più questa strana città – regina della vacanza estiva nella costa adriatica e il suo territorio – nonostante il mio programma sia stato modificato dalla perdita del cellulare… (ma non è di questo che voglio parlare…)!

 

 

Ho avuto modo di soggiornare all’Hotel Cristallo del quale avevo già parlato in un precedente post quando ero stato a visitare la collezione di opere di William Congdon ospitata nella hall dell’albergo. L’hotel Cristallo è un bel hotel tre stelle, nel cuore di Rimini, diverso dai soliti tre stelle della città. Solitamente, infatti, sono solito dire che per avere un’idea di un hotel a Rimini bisogna toglierne una stella…. I tre stelle in cui sono andato non sono mai stati molto accoglienti: arredo datato, pulizie discutibili e colazioni scarse che ti fanno passare l’appetito mattuttino…
Tutt’altra esperienza è stata quella all’Hotel Cristallo: un hotel a tre stelle moderno, con stanze ampie e ben pulite, dotate di diversi comfort, un bel bagno moderno dotato di un’ampia doccia (del tutto lontana dalla doccia sul water di certi alberghetti…) e una colazione ricca come si deve, con frutta, dolce e salato, oltre al personale davvero accogliente e disponibile. Dopo questa esperienza lo consiglio a chiunque passi qualche giorno o una vacanza a Rimini.

 

 

Inizio proprio dalla colazione: il buffet della sala da colazione è per tutti i gusti: torte fatte in casa, croissant, yogurt e cereali, frutta, spremute, salumi e altri piatti salati.  Le cameriere chiedono se si vuole un caffé o un cappuccino dal bar: forse è stata la prima volta che mi è capitato a Rimini, solitamente dovevo prendere un disgustoso caffé d’orzo…
La sala colazione è veramente accogliente: spaziosa e luminosa grazie alle ampie vetrate sulla terrazza esterna, dà il buongiorno con i bellissimi quadri dell’artista americano William Congdon, forse sconosciuto alla massa, è molto amato da chi è appassionato di arte contemporanea. Devo dire che non capita tutti i giorni di fare colazione davanti ad una raffigurazione di Venezia così affascinante!

 

L’amore per l’arte che caratterizza questo hotel e la famiglia che lo gestisce lo si nota dappertutto e nei particolari, pure nelle originalissime tovagliette da colazione.

 



Le camere

Le camere dell’hotel sono molto belle: oltre ad essere spaziose e arredate con mobili nuovi, sono silenziose (io ero al secondo piano), dotate di tv grande a schermo piatto, frigobar, macchinetta del caffè con cialde, un ampio armadio.

 

Il bagno è molto bello: pulito e dotato di una una vasca-doccia che forse non ho mai visto a Rimini… C’è pure il phon e la finestra sull’esterno.

Penso che una bella ospitalità si possa vedere nelle piccole cose: l’attenzione ai particolari e il gusto per i bello sono una particolarità dell’Hotel Cristallo: i quadri non commerciali alle pareti, la macchina del caffé con cialde e tazzine di coccio, i libri d’arte su Rimini a disposizione in camera oltre, chiaramente, agli asciugamani e le lenzuola nuove e pulite.

 

 

E’ proprio vero, come mi ripeto spesso, che viaggiare non è solo vedere nuovi luoghi ma anche incontrare nuova gente. E’ stato così anche in questi due giorni a Rimini nei quali ho avuto modo di conoscere un po’ di più la famiglia Berardi che gestisce l’hotel Cristallo.
Ho respirato aria di casa, come se da un momento all’altro mia mamma dovesse sfornare una teglia di lasagne, così mi sono sentito trattato, come uno di famiglia, accolto e trattato come se mi conoscessero già: che bella familiarità quella dell’ospitalità romagnola!
La foto che ho scelto come copertina di questo post sono delle tagliatelle, il simbolo più famoso della Romagna, che mi sono state preparate insieme a del buon pesce, dallo stesso Edoardo – uno dei componenti della famiglia che gestisce l’Hotel – durante la mia permanenza in albergo.

L’Hotel cristallo si trova su Viale Regina Elena, n°33 a pochi passi dalla spiaggia. Sito web: www.hotelcristallorimini.com

Prossimamente vi racconterò anche di ciò che ho potuto vedere a Rimini e nei suoi dintorni.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment