Valorizzare l’interno della Sardegna e le sue tradizioni artigianali ed enogastronomiche: è questo l’obiettivo di “Autunno in Barbagia“, un’iniziativa che da alcuni anni si svolge nella mia isola per far conoscere la “vera” Sardegna, quella lontana dal turismo di spiaggia e ricca di storie e tradizioni.

L’evento nacque nel 1996 con le prime “Cortes apertas” (cortili aperti) organizzato dal Comune di Oliena. Successivamente diventò “Cuore della Sardegna” e poi “Autunno in Barbagia” coinvolgendo altri paesi dell’interno dell’isola e, a mio parere, sottolineando la possibilità di poter visitare la Sardegna anche in mezza stagione. Un’opportunità per conoscere più da vicino la storia della Sardegna, il suoi paesaggi, le sue tradizioni, la sua gente.
Ben 28 sono i paesi coinvolti che si alternano ogni fine settimana per quasi quattro mesi aprendo le porte delle case storiche, le cantine e le botteghe artigiane e far conoscere al pubblico la propria ricchezza culturale, artiginale ed enogastronomica. Molto bello è vedere le massaie e le anziane signore al lavoro per la preparazione di pane, dolci e altri piatti tipici. Ma diversi sono gli appuntamenti in programma in ogni paese: musei e mostre, laboratori, esposizioni, degustazioni. Bello che la  Sardegna e i sardi, spesso un po’ chiusi, decidano di aprirsi in questo modo.
La Sardegna ha bisogno più che mai di farsi conoscere e comunicare, promuovere un’immagine diversa di sé, lontana dall’idea di “solo mare” cui siamo abituati, e di far conoscere un turismo diverso dal solito, possibile anche fuori stagione.
Per questo penso che Autunno in Barbagia sia una bella occasione di valorizzazione del territorio.
Devo dire che sono rimasto molto colpito dall’attenzione che quest’anno è stata data alle attività sui social network, dettaglio che forse fa capire che anche in Sardegna qualcosa inizia a cambiare da questo punto di vista.
Sul sito www.cuoredellasardegna.it  è infatti possibile partecipare a piccoli giochi online e condividere le proprie foto degli eventi e partecipare a piccoli concorsi.
Iniziata lo scorso 5 settembre la manifestazione durerà fino al prossimo 14 dicembre… sperando che quest’anno l’autunno arrivi! Sul sito della manifestazione sono disponibili anche ulteriori informazioni sui programmi nei singoli paesi e per organizzare il proprio viaggio.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment