L’ultima sera che sono stato a Londra ho cercato un posto dove poter mangiare qualcosa prima di prendere il treno per Brighton. Devo dire che vicino alla Stazione Victoria non si trovano molti locali o ristoranti, ma camminando sulla Victoria Street, al numero 52 si trova The Albert, un pub non lontano da Buckingham Palace e la Westminster Abbey.

Sono rimasto piuttosto colpito da questo locale ospitato in un edificio in stile vittoriano costruito nel 1864  e che, salvato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, viene conservato nel cuore della città attorno ad alti e moderni grattacieli. E’ un contrasto più unico che raro che in Italia – nel bene e nel male – non siamo soliti vedere.  Il nome del locale deriva da Albert, il marito della regina Victoria.
The Albert – Il Bancone

Si respira ancora l’atmosfera ottocentesca: le vetrate, gli arredi, i lampadari ricostruiscono un tipico pub londinese di altri tempi.
Il Pub è disposto su due piani: il piano terra con l’arredo in legno, bancone da pub e i tavoli con sedie dove poter mangiare e bere.
Al piano superiore una scala arricchita con le foto di personaggi illustri che son passati da qui, in particolare i primi ministri,  lascio accesso ad un’accogliente sala con tavoli dove sono accolti i gruppi o le famiglie con bambini.

The Albert – Piano Terra
Il menù è quello tipico di un pub inglese con fish &chips, diversi hamburger e carne grigliata, uova. Il pub fa parte della catena di gestione Taylor – Walker ma non è di bassa qualità. Anche qui la domenica è previsto in Sunday Roast. Io ho optato per un chicken burger con patatine fritte (chips), molto buono, accompagnato da sidro di mela che in Inghilterra si beve spesso. Molto buoni anche i dolci. Il personale gentile e i prezzi si possono considerare nella norma.
Informazioni:
52 Victoria Street
London, SW1H 0NP
+44 (0)20 7222 577

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment