Visitato più di un mese Castel Sant’Angelo a Roma è stata una bellissima sorpresa sotto vari punti di vista. Con un po’ di ritardo vi racconto brevemente la mia visita al celebre monumento.

Si tratta di un edificio originariamente concepito come tomba monumentale dell’imperatore Adriano che, come tanti monumenti romani, subì numerosi interventi nel corso dei secoli. Alla fine del VI secolo d.C. fu dedicato a San Michele Arcangelo – da qui il nome – dopo una miracolosa apparizione dell’angelo sulla sommità dell’edificio che pose fine ad una pestilenza.
Nel XV secolo l’edifico venne adattato per ospitare gli appartamenti papali che divennero sempre più ampi e ricchi. L’ultimo intervento risale a Papa Paolo III Farnese  che fece decorare alcune sale da artisti quali Perin del Vaga e Luzio Luzi.

 

Il percorso di visita al Castello inizia dalle antiche fondamenta romane e il vecchio borgo medioevale all’interno delle mura, per poi continuare in un susseguirsi di corridoi e terrazze che portano continuamente fuori e dentro il Castello. La visita si divide quindi in tre principali tipologie di ambienti: il Mausoleo di Adriano, il Castello Fortificato e gli Appartamenti Pontifici.
Senza dubbio la visita ha un suo fascino sia per la particolarità architettonica del monumento sia per il bellissimo e ampio paesaggio sulla capitale che è possibile ammirare dalle diverse terrazze. Se sarete fortunati come me, in una bella giornata godrete un bellissimo panorama.

 

 

 

Ponte Sant’Angelo

 

Scalinata interna

 

Il Bar in uno dei corridoi esterni

 

 

La Sala Paolina con gli affreschi di Perin del Vaga
L’interno ospita sale affescate e stuccate con decorazioni che ricordano le grottesche di Raffaello e altre tradizioni manieristiche del XVI secolo. Opere d’ arte su tela sono esposte qua e là per il Museo. La vista è sempre più bella mentre si sale in cima, ecco alcune foto dall’ultima terrazza dalla quale si osserva gran Parte di Roma: il Vaticano, il centro, Villa Borghese.

 

Sullo steso lato del Tevere il Palazzo di Giustizia

 

Roma aldilà del Tevere, si intravede il Pantheon e l’Altare della Patria

 

La vista sul Tevere
La Statua dell’Arcangelo Michele

 

La vista su San Pietro  e via della Conciliazione
Il Museo di Castel Sant’Angelo è aperto dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30. Il costo del biglietto è di 8,00€ per quello intero e 5,50 € per quello ridotto salvo variazioni in occasioni di mostre.
Nei mesi estivi sono organizzate aperture straordinarie e concerti.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l’attività di blogger con “Un sardo a Parigi” e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell’Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment