Ecco una delle cose da vero turista da fare a Roma: il tour per la città in bus. Io l’ho fatto durante il ponte del 25 aprile e a seguito della chiusura della Basilica di San Pietro per la Giornata mondiale delle cresime (informatevi sempre prima!) ho optato con i miei compagni di viaggio per una gita sul Pullman della “Roma Cristiana” dell’Opera Romana Pellegrinaggi.

Il Pullman parte infatti proprio da S.Pietro, su via dei Corridori, parallela di via della Conciliazione.
Il tour permette di vedere da vicino i monumenti più conosciuti di Roma, non solo quelli della storia cristiana accompagnati da una sintetica audioguida accessibile mediante auricolari consegnati gratuitamente all’ingresso nel pullman. La fila per entrare non manca, ma ogni 10 minuti ne parte uno.
Nonostante il brutto tempo e i pollini… la gita è stata piacevole. Magari vedere la facciata di San Giovanni in Laterano e non solo parte dell’abside da più di 100 metri di distanza non sarebbe dispiaciuto…. Esistono altre compagnie che fanno tour simili per la città non so se ce ne sono di migliori. Noi abbiamo pagato un biglietto di 15€ per un tour di un’ora e mezzo (compresa una sosta di circa 15 minuti a Termini!). Con cinque euro in più era possibile scendere in un certo punto per poi risalire (ulteriori info).
E’ molto difficile scattare foto ma ho voluto scattarle ugualmente e condividerle così da farvi rivivere, per quanto possibile, il mio tour.

 

Teatro di Marcello

 

Verso il Campidoglio e il Vittoriano

 

Il Vittoriano

 

Santa Maria in Ara Coeli

 

Il Vittoriano

 

Il Quirinale

 

Verso il Colosseo

 

Colosseo

 

L’arco di Costantino

 

I Fori Romani sul lato di Circo Massimo

 

Basilica di Santa Maria in Comsedin che ospita la Bocca della Verità

 

Castel Sant’Angelo e ponte omonimo

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

2 Comments

Leave a Comment