Ho scoperto Instagram quasi contemporaneamente a Twitter. Vedendo che molti  miei “following” la usavano ero un po’ invidioso delle loro foto così particolari e affascinanti che molto spesso permettevano di valorizzare anche aspetti banali della loro vita quotidiana.

Da alcuni mesi ho uno smartphone e quindi la mia dipendenza da internet e i suoi strumenti social è aumentata ancora di più. Poco dopo il mio acquisto hanno rilasciato Instagram per Android per cui non potevo che cogliere l’occasione.

E’ stato un amore a prima vista. Instagram è un’applicazione per i cellulari che funziona come un social network che ti permette di condividere fotografie istantanee con i tuoi amici e chi ti segue. La presenza di più filtri permette di ottenere fotografie con effetti diversi, molto “vintage”, a mio parere abbellendo e migliorando anche certi scatti frettolosi e solitamente non molto belli.
E’ possibile inserire brevi e commenti e dei cuoricini sono utilizzati dagli utenti come il “mi piace” di Facebook. L’uso di hashtag come Twitter permette di rendere rintracciabili le fotografie.
Fino ad oggi ho già condiviso più di 100 foto e devo dire che sono molto contento dei miei scatti, poi adesso che sono a Roma devo dire che i numerosi monumenti e i diversi scorci mi danno tanto materiale su cui lavorare.
Perchè mi piace Instagram?
Tutti noi sappiamo in fondo che amiamo molto di più condividere immagini che altri tipi di contenuti perché sono molto più immediate.  Instagram punta su questo ma allo stesso tempo permette di condividere scatti della vita di tutti i giorni, dettagli che spesso non cogliamo, panorami sconosciuti, attimi che in altro modo andrebbero persi.
Tuttò ciò che è fotografato istantanemente viene poi valorizzato e reso ancora più bello dai filtri e in pochi attimi messo a disposizione nel web.
Per me che sono un amante di beni culturali e opere d’arte vedo anche che Instagram possa essere anche un modo per valorizzare in modo diverso il patrimonio culturale italiano.
Da quanto Instagram esiste crescono anche le comunità di appassionati di fotografia istantanea e di Instagram in particolare, i cosiddetti Igers che a seconda della regione o della città di appartenenze si dividono in #igersroma, #igersfirenze, #igerslazio, ecc…
Si diffondono quindi anche gli #Instameet, giornate di incontro tra gli igers in cui si scattano insieme alcune fotografie con Istagram e si parla di fotografia istantanea.
E’ quello che hanno organizzato anche alcuni miei amici di Firenze qualche settimana fa. Purtroppo non sono potuto andare ma seguendo la giornata sul web (con l’hashtag #instameet12) devo dire che è stata ben organizzata e mi sono accorto, anche a distanza, di come un instameet possa essere una di quelle occasioni in cui è evidente di come il web possa essere davvero social facendo in modo di riunire e far incontrare più gente accomunata da una stessa passione.
Qui di seguito vi lascio alcuni mie scatti “filtrati” con Instagram che spero apprezzerete. Ho scelto per voi alcuni soggetti romani di tipo monumentale.

 

 

 

 

 

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l’attività di blogger con “Un sardo a Parigi” e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell’Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment