Sabato notte e domenica pomeriggio ho sperimentato la Linea B1 della metropolitana. Forse non erano i giorni più adatti per provare la metro ed esprimere un giudizio su una linea che dovrebbe facilitare gli spostamenti di Roma soprattuto durante le giornate lavorative, ma ero molto incuriosito. Del resto è anche vero che la notte tardi passano meno treni ma un buon servizio deve essere comunque garantito.

Sabato mi sono spostato dal Colosseo fino a Piazza Bologna con la linea B, successivamente ho preso il treno in direzione “Costa d’Oro” sullo stesso binario dove ero sceso.
Tempo di percorrenza totale (dall’ingresso in stazione all’uscita) 15-20 minuti, attesa dei due treni circa 5 minuti totali. Soddisfazione: molta, soprattutto per essere riuscito a muovermi dal centro verso casa in poco tempo, mentre in precedenza dovevo recarmi alla fermata dell’autobus, aspettare il mezzo e compiere un tragitto di circa mezz’ora. Quindi posso dire che per ora la metro accorcia notevolmente le distanze.
La nuova fermata “Libia” dove sono sceso è molto bella. Moderna, pulita e accogliente sè molto differente dalle altre fermate della metropolitana romana. Ve ne lascio un assaggio.
L’unico problema che per ora ho visto nella metro è che per arrivare verso i binari, occorre prendere diverse scale mobili perché le linee si trovano in profondità.

 

Fermata “Libia”: il binario della linea B1

 

Fermata “Libia”: una delle scale mobili
Ferma “Libia”: ingresso
Fermata “Libia”: interno, vista dal basso

 

Fermata “Libia”: interno. Uno spazio di luce da dove si intravvedono le scale mobili da prendere per  ritornare a livello stradale.

Mancano un po’ di cartelli (vedere la foto, scattata sul binario della metro Bologna,  che ne è una chiara testimonianza) ma immagino che prima o poi vengano inserite nuove indicazioni.

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment