E’ senza dubbio una delle piazze più visitate al mondo.
Piazza di Spagna si caratterizza per la sua ampia scalinata che porta alla Chiesa della Trinità dei Monti. Il nome deriva dal Palazzo di Spagna sede dello stato iberico presso la Santa Sede.

La Piazza è arricchita dalla Fontana della Barcaccia, scolpita da Pietro Bernini e suo figlio Gian Lorenzo Bernini.
L’ampia scalinata risale invece al Giubileo del 1725 quando fu costruita per poter unire la Chiesa di Trinità dei Monti all’ambasciata borbonica spagnola. Fu progettata da Francesco De Sanctis e nella stagione primaverile ed estiva viene abbellita don diversi fiori (attualmente ci sono rose rosse)

Come molti luoghi di Roma anche Piazza di Spagna è ricca di turisti per cui preparatevi anche qui a ritrovarvi in mezzo a turisti alla ricerca della fotografia perfetta…

 

La fontana al centro della Piazza

 

Particolare della fontana
La Chiesa è originaria dei primi anni del XVI secolo fu finita verso la fine dello stesso secolo.
Vi si conservano affeschi di Daniele Da Volterra (celebre la Deposizione recentemente restaurata) e altre opere di artisti noti come Perin del Vaga, i fratelli Zuccari, Giovanni Battista Naldini.
Davanti alla Chiesa si trova un’obelisco, uno dei tanti innalzati nel periodo della Roma papale. L’obelisco fu realizzato in epoca romana su imitazione di quelli egizi ed è noto come Obelisco Sallustiano, fu posizionato nel XVIII secolo.
La Chiesa di Trinità dei Monti

 

L’obelisco di fronte alla Chiesa

 

Il piazzale della Chiesa con gli artisti dal quale si osserva un bel panorama di Roma

 

Il panorama

 

Vista di Trinità dei Monti da Via dei Condotti

Piazza di Spagna è raggiungibile con la metro e si trova in una posizione ottimale per poter raggiungere altri luoghi e monumenti celebri di Roma.

Se vuoi sapere cosa facevo un anno fa a Parigi clicca qui.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment