La Sardegna è proprio in mezzo al mediterraneo quindi è aperta al soffiare di tanti venti. Ebbene sì la Sardegna è una terra in cui il vento è presente sempre in ogni stagione, più o meno forte ma si fa sentire.
E’ molto spesso presente il freddo maestrale che dura dai tre giorni fino ad una settimana.
Capite bene che quando il maestrale si fa vivo ad agosto non è una buona cosa soprattutto per chi è venuto a godersi le ferie in Sardegna.

Capita infatti che ci siano più giorni in cui il maestrale sia molto forte e i bagnanti non possono stare in spiaggia rischio sabbia in faccia e acqua gelida. In tal caso è ben approfittarne per fare un giro nell’entroterra tra siti archeologici, sagre e quant’altro di interessante ci può essere (come vi ho già descritto in precedenza).
Allo stesso tempo è però bello avere un po’ di aria fresca e non l’afa invivibile da città.
In inverno è forse ancora più odioso ed infatti molto spesso la Sardegna mi sembra più fredda di certe città italiane.
Quando il vento soffia forte non si esce, specie di inverno in cui è più facile ammalarsi… Si resta al caldo della propria casa.
Il paese si svuota ancora di più. Raramente si vede passare qualcuno e anche le macchine sembrano ridursi. Il vento soffia e il paese diventa ancora di più silenzioso.

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l’attività di blogger con “Un sardo a Parigi” e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell’Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment