I mezzi di trasporto in Sardegna non sono molto sviluppati. Sebbene la Sardegna sia un’isola piuttosto ampia ed una delle regioni più grandi d’Italia c’è da dire che se non hai la macchina ti muovi con difficoltà. E a dire la verità anche i trasporti in autobus non sono il massimo.
Addirittura si può dire che i trasporti ferroviari 60 anni fa erano più sviluppati. Nel mio paese, infatti, prima c’erano due linee ferroviarie mentre ora ce n’è una sola.

Il trasporto ferroviario sardo è quindi quasi inesistente. Durante tutto l’anno i pochi treni presenti non raggiungono tutti i paesi. Quindi il treno non è sicuramente un mezzo di trasporto che i sardi prendono in considerazione per spostarsi.
Se però d’estate venite in vacanza in Sardegna potete sfruttare la possibilità di fare un giro per la Sardegna con il “trenino verde“. Un piccolo treno di soli due vagoni  che vi permette di eseguire un’affascinante tour di alcune parti dell’isola in mezzo alla natura sarda. Il percorso che si articola in mezzo al paesaggio più o meno roccioso dell’isola é spezzato da vecchie cantoniere abbandonate e da grandi ponti in granito di mirabile fattura. Il paesaggio varia molto da una zona all’altra dell’isola. Molto suggestivi i tratti in cui il treno passa vicino a rocce, sotto piccole gallerie, vicino al mare o circoscrivendo la Diga del Liscia. Diversi sono quindi i panorami che vi si possono osservare nei quali molto spesso spunta qua e là qualche nuraghe.
Molto bella da visitare è la Stazione di Tempio Pausania con un affascinante sala d’aspetto ben conservata contenente dipinti dell’artista sardo Giuseppe Biasi (foto). Scopro anche che qui è presente anche un piccolo Museo dell’officina che “ripropone fedelmente l’atmosfera di lavoro di un’officina ferroviaria di fine ‘800”.
A Monserrato, in provincia di Cagliari, si trova invece il Museo delle ferrovie.
Dalla primavera esistono treni a noleggio e treni da calendario. Sapevo anche che il tour veniva arricchito da visite enogatronomiche e da visite a centri di artigianato ma non ho trovato niente a riguardo.
Sul sito (graficamente impresentabile) potete trovare qualche informazione in più; segnalo il catalogo 2012. Esiste anche una pagina facebook nonché un account twitter (non molto aggiornati).

 

About the author

Daniele

Nato in Sardegna, ho vissuto a Firenze, Parigi, dove ho iniziato l'attività di blogger con "Un sardo a Parigi" e poi a Roma.
Dopo anni qua e là alla scoperta dell'Italia e di qualche località fuori dal bel paese, ho deciso di tornare in Sardegna per valorizzare e far conoscere la mia bellissima isola.

Leave a Comment